Frigo : trucchi e rimedi come utilizzarlo al meglio

Frigo non si può fare senza.

Il frigo è forse l’elettrodomestico più importante nell’ambito di una casa, o più precisamente di una cucina. Tutti ne abbiamo uno , in alcuni casi anche più. Cerchiamo di capire come funziona così che possiamo usarlo al meglio.

Per quanto ci sembra di usarlo da una vita , lo conosciamo e sappiamo usarlo al meglio?

Come funziona Il frigo tradizionale ha pochi componenti: motore, evaporatore/condensatore(comunemente chiamato circuito), termostato. Il gas (attenzione è inodore) viene compresso all’interno della prima parte del circuito per arrivare al capillare dell’evaporatore dove si espande e generando il freddo, e nel condensatore dove viene riportato attraverso il condensatore alla parte iniziale del circuito .

In tutti questi passaggi il gas cambia stato da gassoso a liquido per tornare poi gassoso . Ad ogni cambio di stato cede o prende energia, o per meglio dire si raffredda o si riscalda.

Il termostato posto sull’evaporatore è colui che comanda il motore , in base alla gradazione scelta. Al suo posto nei frigo moderni ci sono le schede elettroniche con dei sensori più precisi e più attendibili, che permettono la scelta in gradi celsius da 2 a 8 gradi, e non in una scala da 1 a 6.

Ora che abbiamo analizzato il funzionamento , anche se in grandi linee, non facciamo l’errore di pensare che l’unico problema è il gas. Anche se è un componente fondamentale. Adesso andiamo a trattare meglio alcuni argomenti , tratti anche da segnalazioni di clienti.

Il frigo fa rumore:

può capitare che si possa sentire provenire dal frigo dei rumori tipo: miagolii, schianti, rumore di cascata di acqua analizziamo in dettaglio. Il miagolio Non vi preoccupate non avete il frigo indemoniato, e non vi troverete la protezione animali alla porta, questo effetto è dovuto al gas nella parte iniziale dell’evaporatore. È un effetto che può anche sparire nel tempo oppure affievolirsi, ma comunque non è un difetto

Acqua:

come descritto durante l il funzionamento il gas cambia stato in liquido e può capitare di poter sentire una piccola cascata zen all’interno, ma del tutto normale . non è un difetto od un problema.

Schianti:

questo rumore viene provocato dalla dilatazione/contrazione dei materiali a contatto con l’evaporatore , dove si raggiunge una temperatura di -30°C. normalmente questo non avviene ma se un materiale è posto in modo che si possa flettere , facendo da cassa armonica la cella frigo anche un piccolo rumore si amplifica . Anche in questo caso non si tratta di nessun difetto e nessun materiale viene danneggiato.

Tuttavia se questa tipologia di rumore provoca disagio o fastidio soprattutto nelle ore notturne, vi consiglio di rivolgervi al centro assistenza “autorizzato” del vostro comune di residenza oppure con il vostro rivenditore. Altro tema molto importante è dove viene posto il frigo.

Questo ci servirà anche nel post delle asciugatrici. Per poter effettuare il passaggio da stato gassoso a liquido e viceversa , il gas deve cedere o ricevere calore dall’ambiente.

La classe climatica

indica il range di temperatura(espresso in gradi centigradi) entro il quale il nostro apparecchio può funzionare Sn: 10°-32° N: 16°32° ST:18°-38° T:18°-43° Quindi tutti gli ambienti troppo freddi per esempio taverne non climatizzate, cantine, o garage possono causare il fermo del frigo non funzionando.

Ricordo che non per problemi di qualche ricambio ma per le leggi della fisica. Per esempio se l’aria immessa all’interno è fredda il frigo non avrà l’impulso di partire dal sensore/termostato.

Viceversa se troppo caldo il condensatore non funzionerà, oltre al rischio altissimo di danneggiare il motore per quel poco che lavora. Per questo è importantissimo nei frigo da incasso creare la giusta areazione non tappando la parte superiore del vano incasso o peggio ancora inferiore.

Tutti questi consigli servono a tutelare il vostro acquisto e fare in modo che potete usare al meglio l’elettrodomestico. Andiamo ora a toccare un altro tema. Il frigo non funziona Ogni volta che avete il sentore che il frigo non funzioni, prima di chiamare il centro assistenza autorizzato prestate attenzione ad alcuni particolari.

Il motore sta funzionando? Sentite il motore attaccare e staccare? La ciclicità è sinonimo del buon funzionamento nel 90% dei casi. Se il motore lavora dobbiamo analizzare i tempi. Inoltre non usate i banali termometri per misurare la temperatura.

Questo perché state misurando l’aria. L’aria o gas ha un potere di prendere o cedere energia molto elevata, pertanto ogni volta che aprite la porta la vostra misurazione si altera. Esistono in commercio dei termometri da frigo a sonda.

È sufficiente immergili in una tazzina con dell’acqua( o acqua ed alcool per il freezer ) per sapere la temperatura degli alimenti all’interno.

Questi aspetti possono esservi di aiuto magari nella richiesta di supporto od assistenza perché potrebbero aiutare l’interlocutore nella risoluzione del problema a distanza.

Un altro tema che mi sta molto a cuore è la pulizia interna.

Tenete presente che tutto ciò che mettiamo all’interno è passato di mano in mano , da scaffale a scaffale. Pensate al nastro trasportatore della cassa. Parliamo prima del congelatore. Anche se in questo ambiente la temperatura è troppo bassa per lo svilupparsi di batteri, e sempre opportuno pulirlo almeno 2 volte l’anno. Soprattutto per i no-frost. Questo perché il comportamento di quest’ultimi avviene portando la temperatura interna per pochi minuti intorno ai -10°C per poi tornare alla temperatura selezionata.

Frigo : trucchi e rimedi come utilizzarlo al meglio
easy defrost

Mentre uno statico lascia la temperatura più o meno costante . andandoci all’interno cibi è indicato sbrinarlo e pulirlo 2 volte l’anno. Consiglio all’inizio della stagione calda e prima dell’inverno. Per agevolare il processo di sbrinamento potete usare “easy de-frost”

Anche per il vano frigo è importante la pulizia.

Frigo : trucchi e rimedi come utilizzarlo al meglio
frigocare

Anche qui l’uso di un prodotto specifico professionale è un ottimo aiuto. È fondamentale, anzi importantissimo non usare prodotti alcalini. Questo perché le plastiche all’interno con il freddo possono danneggiarsi. Per esempio la parete posteriore interna può creparsi. I supporti dei ripiani in vetro possono rompersi. I prodotti chimici sono cambiati molto in questi anni come il processo per produrre le plastiche dei frigo che sono più eco-friendly . questi due aspetti non sempre vanno d’accordo. Ecco perché l’uso di prodotti specifici e professionali aiuta oltre a curare la pulizia a preservare l’integrità del vostro elettrodomestico. Nella speranza di avervi dato qualche utile consiglio e aiutano nella comprensione del vostro elettrodomestico , vi rimando ai nostri contatti per ogni dubbio o domanda , per parlare con un nostro incaricato oppure per richiedere la visita di un tecnico. Continuate a seguirci nel prossimo post parleremo di come mettere i piatti all’interno della lavastoviglie come suggeritoci da una nostra follower.